15.9 C
Torino
martedì, Aprile 16, 2024

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria. Anno 78

N.1 - GEN. - FEB. 2024

Torino Divise vuole vestire bene chi lavora: dieci anni di storia, tre dipendenti, due sedi

Clienti nell’Horeca, nel medicale e nell’artigianato da Cirié a Cologno Monzese

I portabadge personalizzati per Gl events; le divise degli allievi e del personale scolastico di numerosi istituti professionali pubblici e privati del Piemonte; le divise del personale di terra della Sagat Aeroporto di Torino e l’abbigliamento degli operai del gruppo Remmert e del Caseificio Longo, ma anche le felpe per i medici dell’Ospedale Molinette di Torino e le Tshirt del reparto ginecologia dell’Ospedale di Cirié sono solo alcuni dei clienti e dei lavori realizzati dalla Td Promotional di Cirié, una piccola azienda associata alla CNA Torino titolare del marchio “Torino Divise”, nata da una decina di anni.

L’azienda è stata fondata da Gianluca Colombatto insieme alla moglie, Sara Favero: lui segue la produzione, l’area commerciale e spesso le consegne ai clienti; lei dell’area commerciale. Td Promotional conta, oggi, tre dipendenti di cui una è la figlia, Martina, che si occupa dell’area commerciale insieme al papà; a lei si affiancano nella produzione delle personalizzazioni Flora Marchese e Federica Falletti che gestisce il punto vendita dell’azienda.

“Il nostro core business – racconta Gianluca – è l’abbigliamento personalizzato a tutto tondo per tutte le categorie merceologiche dall’alimentare all’estetica al medicale. La linea Horeca è da sempre il nostro punto di forza, accanto alle linee di abbigliamento aziendali speciali e ai gadget personalizzati. Offriamo anche capi sartoriali ai nostri clienti più esigenti, appoggiandoci ad una sartoria di Torino: dallo studio del capo alla realizzazione su misura, ai ricami meccanizzati”. In questo momento, l’azienda sta servendo un cliente speciale: “Si tratta di una piccola catena di panetterie artigiane di Torino per la quale stiamo creando un set di divise personalizzate per i dipendenti in modo che ogni giorno della settimana, ogni dipendente, abbia un capo su misura realizzato in un colore differente”.

Il messaggio che l’azienda vuole trasmettere ai clienti è quello della pulizia e dell’igiene totale che non si ferma al punto vendita e si affianca alla qualità del prodotto: “Ogni giorno lavorativo, i dipendenti devono cambiare la divisa e ogni giorno questo comportamento è sottolineato dal fatto che il colore della divisa è diverso da quello del giorno precedente”. Torino Divise nasce nel 2015, dopo vent’anni di esperienza nell’area commerciale, marketing e comunicazione di Gianluca presso un paio di grandi società del settore attive a Torino. “Chiusa l’esperienza da dipendente, a causa delle vicissitudini del mio ultimo datore di lavoro, ho investito la liquidazione per aprire la mia partita Iva e mettermi in gioco” racconta. “Ho iniziato a lavorare come agente per la Isacco Srl di Bergamo, una società leader in Europa nella produzione e vendita di abbigliamento promo-aziendale. E dopo un anno di test ho deciso di aprire la “Torino Divise” che oggi è diventato un marchio della Td Promotional, continuando ad appoggiarmi a loro per l’approvvigionamento dei capi che noi andiamo a personalizzare e a proporre alla nostra clientela. Il punto di forza di questa azienda è che ha un magazzino di semilavorati immenso ed è in grado di far fronte anche a consegne dell’ordine di 4 o 5 mila pezzi.

Nessuno in Italia riesce a fare altrettanto”. Tecnicamente, Td Promotional è oggi il concessionario ufficiale per l’area di Torino e provincia della Isacco Srl. “Isacco è il nostro punto di riferimento fondamentale per l’abbigliamento aziendale nei settori Horeca, medicale ed estetico. Con la Isacco, per esempio, abbiamo realizzato la divisa degli chef dell’Associazione Provinciale Cuochi della Mole – aderente all’Associazione Italiana Cuochi – che nel 2023 ha festeggiato i suoi primi 300 anni di storia. Abbiamo però altri fornitori per le altre categorie merceologiche, per esempio per l’industria e l’artigiano manifatturiero”. Dal 17 al 19 marzo l’azienda ha partecipato come espositore al salone Horeca presso il Lingotto Fiere: “Una bella esperienza e una bella opportunità per farci notare da una nuova clientela” commenta Gianluca che sottolinea la volontà di sviluppare nei prossimi anni la partecipazione a fiere di settore. In particolare, Td Promotional è interessata a rafforzare la sua forza commerciale nel mondo dell’artigianato, “con particolare attenzione alla meccanica e all’edilizia” e sta valutando, in tal senso, la possibilità di essere presente questo autunno al salone Restructura.

L’azienda è molto legata al territorio sia dal punto di vista dei clienti che per quanto attiene alla propria rete di fornitura. “Fatto cento il nostro fatturato – spiega Gianluca – l’80% è localizzato in Piemonte e il restante 20% tra Lombardia e Piemonte. Per esempio, a Cologno Monzese, abbiamo realizzato le divise per il personale delle cooperative Mediaset e Sky che si occupano della manutenzione degli uffici e della realizzazione delle scenografie degli studi televisivi. Sempre nel milanese, abbiamo lavorato per delle residenze per anziani fornendo capi personalizzati per il personale”. L’azienda è invece molto legata al comparto Horeca: “Il 40% del fatturato dipende dalla ristorazione e dagli alberghi e, conseguentemente, dalle loro dinamiche di mercato”. Una dipendenza che è diventata problematica durante il periodo pandemico quando questi settori sono rimasti praticamente paralizzati per mesi. Racconta Martina, diploma alberghiero, sommelier qualificato Ais (Associazione Italiana Sommelier), in azienda da circa un anno: “Durante il Covid ci siamo messi a produrre mascherine protettive e a vendere gel lavamani. Poi, abbiamo avuto l’idea che ci ha consentito di ripartire: abbiamo preso contatti con alcune aziende di produzione di cioccolato torinesi come Boella e Piemont di Torino, Shebire di Cirié e Zuccarello di Collegno e abbiamo proposto una selezione dei nostri gadget promo-aziendali come sorpresa per le uova di Pasqua: giochini, cavatappi, portachiavi, yo-yo, pupazzetti. È stato un successo. Anche perché le sorprese venivano già fornite ai produttori di cioccolato all’interno di un incarto alimentare e quindi pronte per essere inserite all’interno delle uova”.

Dal Covid in avanti questa particolare fornitura non si è più interrotta ed ha assicurato una nuova e stabile fonte di guadagno per l’azienda. “La sorpresa è un elemento determinante nella scelta di acquisto di un uovo di Pasqua che nella grande maggioranza dei casi si rivolge a bambini e adolescenti, spesso molto più attenti al contenuto dell’uovo che alla qualità del cioccolato” che in questo caso però è anche eccellente. Polo, Tshirt e felpe sono attualmente i capi d’abbigliamento più gettonati dalle aziende. Ultimamente, però, come spiega ancora Martina, l’azienda sta lavorando “molto bene con gli shopper in stoffa personalizzati per panifici, gelaterie, macellerie” Un articolo che viene proposto anche nella versione “in cotone organico certificato”. Costano leggermente di più dello shopper standard, ma “sono portatrici di un messaggio positivo per l’ambiente che molti commercianti e artigiani apprezzano e riescono a comunicare ai propri clienti trasformandolo in un messaggio promozionale efficace”. “Nel periodo natalizio vendiamo molto bene penne, calendari e portachiavi personalizzati per le imprese, articolo che realizziamo grazie alla collaborazione con piccole aziende del territorio”, prosegue Martina, che aggiunge: “Internamente stiamo realizzando tantissimi ricami meccanizzati su stoffa, dal cappellino alla T-Shirt. Il ricamo è elegante e assicura una durata del capo più a lungo nel tempo: è più resistente ai lavaggi rispetto alle decalcomanie e alla stampa digitale”. Td Promotional dispone di due macchine elettroniche per il ricamo, una a sei colori e l’altra a dodici, per i lavori più sofisticati. Gli impianti grafici per i ricami li realizza direttamente Martina che si avvale anche di grafici esterni.

“Per gli hotel, in questo momento, vanno molto i ricami sugli asciugamani che proponiamo anche in fibra di bamboo, morbidissima”. Oltre alla sede direzionale di via Roma, alle spalle del centro storico di Cirié, l’azienda ha un punto vendita alle porte di Cirié, in direzione di Robassomero, dove propone capi finiti e dispositivi di protezione individuale pronti alla vendita: dalle scarpe antinfortunistiche agli occhiali di sicurezza, dalle cuffie per la protezione dell’udito ai guanti per le diverse mansioni (taglio, calore, freddo), fino ai caschetti per l’edilizia. “Tutti questi articoli, su richiesta del cliente possono essere personalizzati nell’arco di una decina di giorni” spiega Martina che non nasconde uno dei sogni nel cassetto di questa piccola azienda a conduzione famigliare: “Creare, nei prossimi anni, una propria linea di abbigliamento di alta gamma dedicata al comparto Horeca” (al.st). Si invitano i Soci CNA a raccontare la propria esperienza imprenditoriale a Corriere Artigiano: tel. 011.1967.2152-2121, astefanoni@cna-to.it

Ultimi Articoli