26.4 C
Torino
martedì, Luglio 5, 2022

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria. Anno 76

N° 3 - MAGGIO - GIUGNO 2022

Salone del libro: CNA raddoppia la sua presenza, 27 editori da tutta Italia

Il Salone del Libro di Torino chiude con 168 mila visitatori, mai così tanti nella sua storia trentennale. È stata un’edizione dei record e della voglia di riscatto dalla pandemia la 34esima del Salone, che ha visto anche una rinnovata presenta di CNA nazionale con uno stand di 32 metri quadri e la presenza di 27 editori da tutta Italia, dalla Sicilia alla Valle di Susa, passando per la Toscana e l’Emilia-Romagna.

Per la CNA è stata la nona edizione e nove sono stati gli appuntamenti culturali curati per conto delle case editrici associate, a partire dal meeting nazionale dell’editoria indipendente del 19 maggio, moderato dal Presidente nazionale di CNA Comunicazione e Terziario Avanzato, Filippo Dalla Villa. Tra gli altri, si sono distinti per la partecipazione del pubblico gli incontri dell’Associazione culturale Dialexis per L’alpina editrice sul conflitto Russia-Ucraina; della casa editrice EdiTo-Il Tipografo per la presentazione del quaderno di musica “Ij Brando” che ha visto la partecipazione rumorosa e festosa della banda “I Musicanti” e dei giovanissimi danzatori di Riva presso Chieri; della Erga edizioni per la presentazione dei libri “polisensoriali” che grazie all’App ideata da Vesepia integrano la carta stampata con contenuti multimediali.

“Quest’anno accogliamo i numeri del Salone di Libro con commozione e orgoglio”: così l’assessore torinese alla Cultura, Rosanna Purchia, alla conferenza stampa di chiusura della buchmesse, il 23 maggio. “Il Salone è diventato un simbolo di Torino, una ricchezza, un patrimonio da trattare con grande cura” ha aggiunto, precisando: “Hanno ragione il direttore Nicola Lagioia, i presidenti del Circolo dei Lettori, Giulio Biino, e dell’Associazione Torino Città del Libro, Silvio Viale: dobbiamo lavorare tutti insieme per preservare e sostenere la qualità e la bellezza di questa manifestazione, unica in Italia nel suo genere”. Viale è poi intervenuto sull’atteso avvicendamento di La Gioia: “Entro l’autunno contiamo di identificare il futuro direttore”.

Dal Presidente nazionale degli editori della CNA, il siciliano CostantinoDi Nicolò è arrivato infine un saluto a tutte le 27 case editrici coinvolte dallo stand collettivo voluto dall’Associazione e un arrivederci al 2023 con un sempre maggiore impegno in questo settore strategico del sistema economico italiano, “settore che può e deve sempre di più poter diventare veicolo di promozione delle eccellenze italiane perché dai libri passa la cultura italiana”.

Gli editori CNA presenti nel padiglione 2 sono stati: All Graphic Work, Villanova Canavese (To); Associazione Culturale Dialexis, Torino; Atena 1899 Srls – Betti Editrice, Monteriggioni (Si); Atene del Canavese, San Giorgio Canavese (To); Consulta Libri e Progetti, Reggio Emilia; Daniela Piazza Editore Snc, Torino; Di Nicolò Edizioni, Messina; Edizioni Aurelia, Asolo (Tv); Edizioni Effetto, Vercelli; Edizioni Giannatelli, Matera; Edizioni Joker, Novi Ligure (Al); Emmebi Edizioni Firenze, Firenze; Erga Edizioni Snc, Genova; Extempora, Siena; Freccia D’Oro, Cento (Fe); Gelsorosso, Bari; Gd Edizioni, Sarzana (Sp); Gruppo Persiani Editore, Bologna; Il Tipografo Sas, Riva presso Chieri (To); Incontri Editrice, Sassuolo (Mo); La Memoria del Mondo, Magenta (Mi); Lozzi Editori, Roma; Medinova, Favara (Ag); Susalibri, Sant’Ambrogio (To); Ventura Edizioni, Senigallia (An); Visiogeist, Asti; Zoolibri, Reggio Emilia.

Ultimi Articoli