18.8 C
Torino
lunedì, Agosto 2, 2021

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria. Anno 75

N° 4 - LUGLIO - AGOSTO 2021

Presentato alla Fiera dell’artigianato tipico di Cantoira il docufilm sulle imprese del territorio

La lezione della XXII edizione della Fiera dell’artigianato tipico delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone che si è svolta sabato 3 luglio nel padiglione del Trambié a Cantoira con una formula innovativa e inconsueta è stata chiara e incisiva: insieme, istituzioni e imprese, sono più forti e capaci di difendere e far progredire le comunità locali.

Interrotta nel 2020 per il Covid-19, a causa delle incertezze sulla ripartenza delle attività fieristiche che si sono protratte fino all’inizio di giugno, quest’anno gli organizzatori della fiera – Gal Valli di Lanzo Ceronda Casternone, CNA Torino e Comune di Cantoira – hanno optato per un’edizione diversa fatta di persone, di volti e di storie anziché di prodotti. Un’edizione della ripartenza, momento di incontro e di confronto tra istituzioni del territorio, associazioni di impresa e imprenditori per riprogettare, insieme, il futuro.

E a dominare la scena è stato il docufilm #impresecheresistono – Volti e storie di un made in Italy che non si arrende (alla pandemia) prodotto da CNA Torino su incarico del Gal e con il sostegno della Camera di commercio di Torino, da un’idea di Mario Poma e Vitaliano Alessio Stefanoni, per la regia del giovane Erik Castello. Quattro storie positive di capacità di adattamento al mutato contesto economico, storie di speranza e di fiducia nel domani e tre messaggi istituzionali, in chiusura, di impegno per una rinnovata edizione della storica fiera dell’artigianato.

In ordine di apparizione, sono comparsi nel docufilm davanti ad un pubblico d’eccezione e particolarmente numeroso: Ennio Finotto, Mefin Srl (Givoletto); Mattia Turinetti con Elisa Drò, Formaggeria Alpi Graie (Cantoira); Giorgina Somale, Cooperativa Punta Lera (Usseglio); Umberto Badini Confalonieri con Cristina Tartaglia, B&B La Crestolina (Ala di Stura); Franca Vivenza, Sindaca di Cantoira; Claudio Amateis, Presidente Gal Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone; Claudio Levra, Presidente Sede territoriale CNA Ciriè-Lanzo Torinese. Il docufilm nasce dall’esperienza sviluppata da CNA Torino con “Rinascimento italiano, il futuro dopo il lockdown” un mediometraggio realizzato durante il secondo lockdown tra il 10 gennaio e l’8 febbraio per raccontare le strategie di sopravvivenza di 29 aziende di Torino e provincia. “Rinascimento italiano”, a sua volta, è ispirato al servizio fotografico di Virgilio Ardy realizzato tra marzo e maggio 2020 che con 60 scatti fotografici ha immortalato il fermo delle attività produttive e di servizio causato dal Covid 19.

Una parte selezionata di questi scatti è stata esposta al padiglione del Trambié in occasione della presentazione del docufilm fino al 17 luglio. “Rinascimento italiano” e #impresecheresitono sono entrambi candidati al festival internazionale Job Film Days che si terrà al Cinema Massimo dal 22 al 26 settembre 2021. Al termine della presentazione del docufilm sulle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone si è tenuta la premiazione per la fedeltà alla fiera e alla montagna di alcuni imprenditori storicamente presenti (Maria Dolores Alfano, Alberto Griglione, Fratelli Recher, Fratelli Teppa, Fratelli Vivenza).

E’ seguita la proiezione del documentario “La via del bosco”, girato all’interno dell’area Gal su iniziativa del Settore Foreste della Regione Piemonte che racconta come la salute del bosco e quella della comunità siano strettamente legate. Alle premiazioni erano presenti ed hanno portato il loro saluto, accanto alla Sindaca di Cantoira Franca Vivenza, i Sindaci di Givoletto (Azzurra Mulatero) e Usseglio (Mario Grosso) e la Consigliera comunale di Ala di Stura Nicoletta Peracchione. Erano, inoltre, presenti accanto al Presidente del Gal Claudio Amateis i consiglieri Adriano Bonadè Bottino e Tina Assalto e il Presidente dell’Unione montana Gianluca Togliatti. Ospite d’eccezione è stato il Presidente della delegazione Piemonte e Valle d’Aosta dell’Adi Carlo Malerba che insieme alla CNA ha lanciato un messaggio alle imprese del territorio con l’invito a valutare la possibilità di usare il design come nuova leva competitiva per la promozione e la valorizzazione dei manufatti e dei prodotti dell’artigianato alpino.

Per la CNA Torino erano presenti il Presidente della Sede di Cirié Claudio Levra e il Segretario provinciale Filippo Provenzano. Per la Regione Piemonte erano infine presenti il Capo di gabinetto del Presidente, Gian Luca Vignale e la consigliera regionale Sarah Disabato che ha partecipato alle premiazioni e assistito anche alla presentazione del docufilm e ha inviato un messaggio di speranza e di ottimismo alle imprese del territorio assicurando un sempre maggiore impegno della Regione per sostenere l’economia alpina. Ha infine presenziato alle premiazioni il Presidente di Uncem nazionale Marco Bussone (al.st).

Ultimi Articoli