22.2 C
Torino
lunedì, Agosto 2, 2021

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria. Anno 75

N° 4 - LUGLIO - AGOSTO 2021

Scarlatelli confermato alla guida di CNA Torino: Assemblea elettiva diffusa il 21 giugno

Nicola Scarlatelli è ancora Presidente della CNA Torino. Classe 1957, titolare della Samec Srl di Rivoli, azienda nata nel 1974 e leader nei sistemi per l’automazione e la robotica con 30 dipendenti, Presidente uscente, si è visto rinnovare all’unanimità il mandato fino al 2025 dall’Assemblea elettiva quadriennale. Un’assemblea composta da oltre 200 delegati imprenditori, riunita in una modalità innovativa in più sedi dislocate a partire dalla sede direzionale di via Millio 26 e dalla prospicente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino, per arrivare a Chieri, Ciriè, Ivrea, Moncalieri, Pinerolo, Rivoli e Settimo Torinese.

“Noi artigiani e piccoli imprenditori siamo una risorsa per il nostro territorio e per tutto il nostro bel Paese”, ha esordito Scarlatelli: “Una maggioranza rilevante che oggi pretende attenzione dalla politica e dal sistema bancario”. Ora vogliamo rinascere, ripartendo, anche dai giovani a cui vogliamo trasmettere la voglia di fare impresa e di intraprendere i mestieri dell’artigianato”. Quattro le parole chiave del suo intervento e del piano programmatico della CNA per i prossimi anni: “Rinascimento, Ripartenza e Resilienza, Restart”. Le strutture della CNA Torino, con oltre 250 collaboratori, in questi anni e in particolare in questi ultimi 18 mesi, sono state un punto di riferimento per artigiani e piccoli imprenditori, risolvendo grandi e piccoli problemi e attivando assistenza e consulenza per tutte le necessità dei differenti settori.

CNA, ai vari livelli, è stata capace di rappresentare le necessità dell’emergenza, ora vogliamo esserlo nella ripartenza: le risorse del Recovery Plan dovranno sostenere le nostre imprese ed essere spese responsabilmente sapendo che graveranno come debito sulle future generazioni” ha concluso Scarlatelli. L’intervento del Presidente è stato preceduto dalla proiezione dell’anteprima del docufilm “Rinascimento italiano – Il futuro dopo il lockdown”, prodotto da CNA Torino con il contributo della Camera di commercio di Torino. Girato tra gennaio e marzo 2021 durante il secondo lockdown, il docufilm raccoglie le testimonianze di 29 imprenditori torinesi che hanno ben riassunto il desiderio di rinascere e di promuovere e valorizzare la cultura del lavoro e del saper fare e i temi della ripartenza e della resistenza attiva alla pandemia. Il docufilm è già candidato, nella sezione documentari, al Job Film Days Festival di Torino, in programma al Cinema Massimo dal 22 al 26 settembre.

L’Assemblea elettiva è stata aperta da Filippo Provenzano, Segretario CNA Torino, che si è soffermato sul progetto nazionale “Restart” per riorganizzare e innovare l’Associazione per renderla più performante rispetto a sfide e obiettivi. “Dopo un 2020 vissuto in trincea, in difesa, ora servono un 2021 e un 2022 aggressivi. CNA è un’Associazione, ma è anche più di un’associazione (perché è anche un’azienda), ed è un’azienda che è più di un’azienda (perché è anche un’associazione): è con questa caratteristica ibrida che vinceremo le nuove battaglie che ci aspettano in favore dei micro e piccoli imprenditori dell’artigianato, del commercio e dell’industria, che da sempre rappresentiamo con competenza in ogni ambito locale e nazionale”. Nicola Scarlatelli è affiancato da una Presidenza composta di altri 8 membri e una Direzione di 42 membri. Oltre il 20% degli imprenditori che fanno parte della nuova Direzione sono donne.

Ultimi Articoli