26.4 C
Torino
martedì, Luglio 5, 2022

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria. Anno 76

N° 3 - MAGGIO - GIUGNO 2022

Al via il secondo Master dei mestieri artigiani presso la Fondazione Gilardi

Parte la macchina organizzativa della seconda edizione del Master Mësté, ideato dalla Fondazione Cecilia Gilardi e sostenuto da Fondazione Crt, Camera di commercio di Torino, Fondazione Magnetto, Fondazione Accorsi-Ometto e Fondazione Creonti, in collaborazione con CNA Torino, Politecnico di Torino, Sermig, Spaba. A otto mesi dalla presentazione ufficiale della prima edizione, la fondazione sta già lavorando alla seconda che potrà ancora contare sul supporto di CNA.

Immutate le finalità del percorso. Master Mësté nasce con l’obiettivo di formare giovani artigiani per valorizzare le eccellenze del made in Italy attraverso un percorso di studio e tirocinio presso aziende e botteghe del territorio piemontese, fornendo loro strumenti tecnico-pratici accompagnati da competenze di tipo economico, giuridico, di marketing e di comunicazione, necessarie per condurre e promuovere la propria attività nell’era del digitale. Il corso è dedicato a giovani tra i 18 e i 35 con spirito imprenditoriale, che abbiano già concluso un percorso di formazione professionale nel mestiere artigiano prescelto. E il tema della trasmissione d’impresa o comunque del ricambio generazionale nelle imprese artigiane è, da sempre, uno di quelli che sta maggiormente a cuore a CNA.

Sono 13 le imprese artigiane scelte dalla Fondazione Gilardi per ospitare i tirocinanti della prima edizione, in vari ambiti di riferimento: dall’oreficeria alla legatoria, dal restauro di pianoforti, lampadari, tappezzerie e passamanerie alla creazione di allestimenti e ambientazioni per eventi, dall’allestimento di automobili e veicoli commerciali per lo street food alla gelateria. Di queste, numerose sono associate alla CNA Torino a cui quest’anno la Fondazione Gilardi ha chiesto di fare uno scouting in alcuni settori: ceramica, legno, tessuto, metallo, stampa, costruzione di strumenti musicali, produzione di prodotti cosmetici.

Prossimamente, CNA effettuerà una call tra le imprese associate che possono tuttavia sin da ora candidarsi contattando il responsabile dell’ufficio comunicazione e stampa Vitaliano Alessio Stefanoni. Il percorso formativo prevede una parte in aula e una parte in azienda. Il corso in aula ruota attorno a 4 temi principali: Storia delle Arti decorative e delle Arti applicate; Gestione d’impresa; Marketing; Comunicazione tradizionale e digitale. L’obiettivo del corso è colmare i gap più comuni nei corsi esistenti e strutturare un programma orientato alla pratica.

Le parti teoriche sono affiancate da esercitazioni e attività laboratoriali: per ogni modulo vengono presentati case study e best practice di giovani artigiani che hanno già intrapreso un’attività in proprio. Al termine delle lezioni i ragazzi iniziano il percorso di tirocinio presso aziende e realtà di territorio. La richiesta alle imprese è di ospitare un tirocinante per sei mesi, indicativamente da marzo-aprile 2023. Il costo del tirocinio sarà sostenuto interamente dal progetto e al termine del percorso formativo non vi sarà alcun obbligo di assunzione (al.st).

Ultimi Articoli